Libri e biblioteche

In una nazione che tutti i sondaggi dicono che non legge, ho notato che i miei contatti lettori sono impantanati nel liberarsi dei libri di cui si sono pentiti l’acquisto oppure che hanno avuto in eredità e non posso tenerli tutti. La prima soluzione è andare nelle proprie biblioteche cittadine e regalarli, eppure la risposta è quasi sempre negativa soprattutto per le biblioteche di città più o meno grandi. Allora si punta a vedere se le ludoteche, le parrocchie, le carceri, i centri sociali o cose del genere di ogni genere e grado possano supplire alla domanda e non è sempre fattibile per tanti motivi. E allora si rimane impantanati e ci dispiace, perché il lettore vuole che anche gli altri leggano, che magari diano un senso a quel libro che a loro nulla ha suscitato, che diano vita a un libro vecchio che di mani ne ha viste tante, insomma buttar via un libro è peccato!

Quindi quanto è apparso questo appello del sindaco di Lampedusa, attraverso il sito de “La Stampa”, mi è sembrato corretto divulgarlo:

http://www.lastampa.it/2013/07/30/cultura/lampedusa-senza-librerie-il-sindaco-inviateci-i-vostri-libri-KoUlnradHXRtWQ8hHtqTVP/pagina.html

Pensare che un’isola così bella (anche se io non l’ho ancora mai vista, le foto mi indicano quello come aggettivo), così mossa dal destino (stare in mezzo al Mediterraneo non deve essere facile), così amata anche nelle difficoltà, e vedere che malgrado tutto il turismo che ci passa non ci sia una biblioteca è un colpo al cuore.

Io abito in una città che ha una marea di biblioteche civiche e universitarie aperte a tutti e pensare che un’altra città ne è sprovvista è per me cosa inaudita. La biblioteca è un bene da incentivare e sostenere perché lo sappiamo tutti che in un questo periodo di crisi economica tocca stringere la cinghia anche sui libri e ciò ci dispiace.

Quindi se il vostro problema di spazio si scontra con la burocrazia, più o meno comprensibile, provate a contattare il sindaco di Lampedusa e vedere come mandare i vostri libri.

foto della pagina fb di "Libri libri libri" https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10151508280096721&set=np.85102980.100002177291324&type=1&ref=notif&notif_t=notify_me&theater
foto della pagina fb di “Libri libri libri”
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10151508280096721&set=np.85102980.100002177291324&type=1&ref=notif&notif_t=notify_me&theater
Annunci

2 thoughts on “Libri e biblioteche

  1. hai fatto benissimo a divulgarlo, io vivo in un paese della Sicilia e se non fosse stato per la maestra che hai tempi delle scuole elementari ci ha fatto costruire una piccola biblioteca in classe agevolando scambio a turno dei libri e facendoci fare dei commenti non avrei avuto questa passione. la biblioteca del comune ha molte restrizioni e spesso quando andavo era chiusa così i miei genitori hanno assecondato questa passione facendo dono di libri per ogni occasione.

    1. Io ho la fortuna che i libri in più li prende volentieri la biblioteca del paese dei miei nonni, nelle Marche: è piccola, forse con pochi finanziamenti per comprare i libri, ma volenterosa.
      Anche io alle elementari ho avuto la biblioteca in classe e la maestra ci faceva fare la scheda libro in formula di recensione, alimentando così non solo la passione per la letture, ma anche quella per la scrittura. Credo che sia dovere di tutti aiutare la lettura, la divulgazione della lettura e incentivare i ragazzi a mollare i giochi tecnologici (che non sono il male, ma vanno dosati) per scegliere la fantasia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...