“La caduta” di G. Del Toro e C. Hogan

.

Seconda parte della trilogia dedicata ai vampiri, scritta da Del Toro e Hogan. Il primo libro me lo sono letteralmente bevuto e amato tantissimo. Perché, chiederete voi? Perché finalmente ci sono dei vampiri cattivi, che vedono noi umani come carne da macello o come sacche di sangue da ottenere, e a volte come compagni o alleati per l’eternità; e non ci sono vampiri che sbriluccicano al sole, che si innamorano della bella di turno, che non vanno alle superiori pur avendo centinaia di anni (ripetente eh?) e che soprattutto non rovinano il genere horror in un harmony di infima lega!

Qui la lotta fra Bene e Male non solo è presente, ma ha un filo continuo nella Storia. Abraham Setrakian è un erede di van Helsing con tutto quello che serve: volontà, conoscenza, dolore. Non ci si improvvisa cacciatori di vampiri, ma si impara, anche a proprie spese, e anche gli aiutanti che si trova il vecchio proprietario di negozi di pegni devo imparare e provare sulla propria pelle cosa vuol dire combattere. In più è interessante come l’evento dell’olocausto nazista a danno degli ebrei e i campi di concentramento venga inserito, “credibilmente”, nella vicenda, creando un vero e proprio universo parallelo veritiero.

La vicenda è nel momento più terribile: i vampiri hanno conquistato il mondo (ovvio che qui si parla di America, New York nello specifico, come se fosse il centro dell’universo…), assimilano più persone possibile, trasformandole, come se avessero una fame atavica. Eppure c’è altro e Setrakian lo intuisce e deve capire come fare per fermare il Male, anche a costo di sacrifici.

Una vera caccia e una vera lotta si insinua, lasciando poi aperto uno spiraglio di salvezza scegliendo il Male minore…

Il libro lo trovo scorrevole, con una narrazione non troppo elaborata e molto cinematografica. Se si conosce un po’ il regista Del Toro si possono riconoscere anche qui le sue maschere mostruose, i suoi movimenti di camera, gli sguardi sospesi fra le razze (“Hell Boy 2” è significativo, ma anche “Il Labirinto del Fauno”. Ammetto di adorare questo regista e le sue idee sceniche e i suoi mostri). I vampiri hanno un peso immaginifico molto maggiore degli umani, anche se questi ultimi portano il peso della coscienza. Purtroppo non conosco la scrittura di Hogan per poter dire esattamente quanto sia il suo apporto (la scrittura a due mani crea, a mio parere, sempre un po’ di casino di paternità nel lettore).

Il libro non è un percorso di consapevolezza, non c’è niente di teologico, non vuole fare pensare, ma vuole solo spaventare, far capire che l’umanità non ha speranze e che forse qualche eroe potrebbe salvarla, ma non si sa.

Ci sono alcuni difetti di trama, o meglio ci sono quelle scelte che gli spettatori vedono lontano un miglio che saranno fallimentari, ma i protagonisti no. Si intende subito il perché deve succedere quello, ma poi mi chiedo se non ci fosse altro modo per renderlo possibile…Peccato perché il voto sarebbe stato più alto.

L’unica cosa che mi lascia un po’ sconcertata è la visione del vampiro: non solo un dannato, ma un vero e proprio parassita. Tutto nel libro ha la sua spiegazione e tutto è coerente, quindi non è un problema di trama, ma è difficile togliersi dalla testa l’immaginario classico dei canini per avere uno spuntone tipo Alien che ti mangia! Va bene lo stesso alla fine, anche se vedremo di capire nel terzo volume della trilogia maggiormente la nascita di questi parassiti e se non ci sia qualcosa d’altro. Ammetto che mi aspetto molto dal prossimo capitolo.

voto: 7 e 1/2

Advertisements

2 thoughts on ““La caduta” di G. Del Toro e C. Hogan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...