Buon compleanno Douglas Adams!

Dont’ panic.

Prendete un asciugamano.

Forse il vostro pianeta potrebbe essere distrutto per far passare un’autostrada, ma non è colpa nostra: l’avviso era stato messo in bacheca.

Quindi?

Quindi se avete sotto mano una guida galattica per autostoppisti non abbiate paura di nulla e buttatevi in nuove e strabilianti avventure. Quelle stesse avventure che un certo Douglas Adams ha partorito alla fine degli anni ’70 e che si diffusero per tutto il cosmo velocemente anche se, ammettiamolo, quando entravi nel “club” era come entrare in un altro antro del nerdismo da sotto cultura.

42 e Douglas Adams

Si arriva a conoscere il suo lavoro di fantascienza quando nel 2005 decisero di farci un film, raccogliendo la summa di tutta la serie e facendo uscire un prodotto sicuramente non corretto al 100% (e comprendo i puristi), ma che ha fatto avvicinare il pubblico a questo autore. Io ero una di quelle persone ignoranti. Lo ammetto. Ma poi ho smesso.

E ho inforcato il mio asciugamano, ho amato alla follia Marvin, ho saputo cosa vuol dire 42 e i delfini non sono più stati gli stessi ai miei occhi. Attraverso la lettura dei suoi libri ho compreso che la leggerezza non vuol dire pochezza, che si può ridere anche del futuro e dei viaggi nello spazio senza mai perdere la serietà di una cosa che potrebbe accadere. Non voglio fare una difesa a spada tratta del suo surreale umorismo, della visione della fantascienza uscita dalla sua penna, ma vorrei solo ricordarvi che non possiamo sempre essere seri e precisi e se ci lasciassimo andare un pochino questa vita potrebbe essere molto meglio. La mia fortuna di lettrice non divoratrice mi da modo di avere ancora qualche libro da poter scoprire e con cui potermi ancora divertire come se fosse una sorpresa nuova.

Douglas Adams ci ha lasciato nel 2001 a 49 anni (inizio a pensare che la fantascienza non porti benissimo visto anche la fine di Dick, ma voglio vederci solo un caso), lasciando incompiuta la serie e quella di Dirk Gently, ma soprattutto lasciando un enorme vuoto nella vita dei suoi lettori che ogni anno lo onorano con il Towel Day il 25 maggio.

Marvin

Nel nostro piccolo quando ci sono state le votazioni elettorali abbiamo pensato con gli amici che portarci dietro un asciugamano fosse il miglior segno per riconoscersi e per far capire al mondo che…don’t panic! Abbiamo raccolto un po’ di foto nella pagina di fb “Towel day contest fotografico”.

Grazie Adams per i meravigliosi viaggi nello spazio, con la consapevolezza che tutto può succedere, ma alla fine arriveremo a capire la domanda la cui risposta è “42”.

Buon compleanno! E grazie per tutto il pesce.

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...