Articoli con tag: lettura collettiva

Paranoie in lettura!

Non ditemi che capita solo a me di immedesimarmi così tanto in un libro da temere o augurarmi che sia realtà?

Quello che mi sta capitando ora è legato al libro di King “L’ombra dello scorpione”. Il libro è un pilastro, da quanto mi dicono, e io ne ho sentito parlare solo bene e dovendo scegliere un libro per la lettura dell’autore del mese di luglio (King appunto) mi è sembrato di cascare in piedi. Non ho fatto i conti con la mole del libro e quindi esso diventerà anche il libro di agosto, anche se sto filando velocemente con la lettura (però luglio finisce solo fra due giorni e sono solo a pagina 140 circa…su 1212…). Quello che mi sta inquietando è che il libro parla di un’infezione mortale e io mi ritrovo nella vita vera circondata da gente che starnutisce! Io ho iniziato a starnutire dalle prime pagine! E la mia fantasia ha iniziato a prendere il sopravvento e a pensare come sia possibile che dal libro l’infezione sia uscita. E se non fosse una finzione letteraria? ahahahahahaha!

Scherzi a parte, non sono né paranoica né complottista, ma essere circondata da persone che si comportano normalmente minimizzando un normale raffreddore mi ha permesso ancor di più di immedesimarmi nelle storie che vengono raccontate, anche perché, malgrado tutte le fantasie letterarie, i protagonisti sono normali persone e nulla più.

A volte il libro ti rapisce talmente tanto che ci si vuole dimenticare del mondo reale: spegnere la tv, tacitare le persone, rimanere isolato con il testo e magari un buon bicchiere di qualcosa. A volte il libro di fa sognare e allora guardi il mondo con altri occhi sperando di vedere baleniere o astronavi atterrare in centro città. A volte ti racconta la realtà e allora osservi il mondo in modo cinico oppure trasformando il tuo punto di vista. A volte confondere la realtà con la fantasia fa venire i brividi e allora mi rendo conto che sì, si può e si deve ancora sognare, sperando di vedere Gozilla dietro a un palazzo oppure dover decapitare uno zombie affamato o, perché no!, combattere una “normale influenza”.

Attenti a chi starnutisce a fianco a voi! 😉

ombra dello scorpione

Categorie: Libri | Tag: , , , | Lascia un commento

“L’impero dei lupi” di Grangé

Finito.

39c28-grange-j_impero1

Su anobii ho messo 3 stelle, perché alla fine per quanto il libro mi sia piaciuto nel suo complesso, non mi ha trasmesso il pathos necessario. E non capisco perché.

L’altro libro di Grangé che avevo letto era “Il giuramento” e mi aveva letteralmente attaccata a ogni pagina e anche se l’argomento mi inquietava, lo avevo finito in pochi giorni, leggendolo anche quando la stanchezza imperava. Così non è stato con questo e un po’ mi sono sentita delusa.

Delusa perché l’argomento è un “classico” o meglio è una “normale” investigazione su un serial killer, forse, su un traffico di droga, certo, su persone misteriose, quindi aveva tutti i presupposti per non essere il libro troppo pompato ed esagerato in cui il lettore deve staccare la sua logica e fidarsi totalmente di quello che gli dice lo scrittore.

Ovvio che l’elemento oltre il normale ci deve essere: dall’investigatore fuori le regole, alla trasformazione di una persona, al buono che diventa quello che mai potrebbe essere. Anche in questo caso per quanto alcune cose strappino un sorriso (non dico per non fare spoiler), alla fine ci si soprassiede senza problemi.

Quindi? Quindi non so perché non mi abbia preso.

Ho trovato molto interessante e stimolante tutta la spiegazione, storicamente vera non so, sui Lupi Grigi e avrei voluto che la cosa fosse più legata a loro, invece di usarli come “specchietto per le allodole”. Per me i Lupi Grigi sono Alì Agca e l’attentato al papa Giovanni Paolo II, sono l’eminenza grigia dietro il rapimento Orlandi, sono la Turchia in fermento continuo, sono terroristi raccontati dai giornalisti o eroi evocati da altri fanatici oppure no; sono insomma un leggero e poco approfondito chiacchiericcio televisivo, mentre si fa dell’altro in casa. Forse l’unica cosa veramente positiva della lettura è stato aver stimolato la mia curiosità su un fatto di attualità che confonde cronaca con la cronaca nera con la politica.

Il finale è proprio buttato su, come se l’autore non avesse più voglia di scrivere o si fosse reso conto che stava scrivendo un altro libro e che o doveva ricominciare tutto oppure doveva tenere nel cassetto il resto della vicenda. E come sempre la vendetta viene compiuta anche se è totalmente improbabile.

Questo libro, che vale molto di più per il regalo alla fine che per la lettura, ha il pregio però di non avermi allontanata dall’autore, ma anzi di avermi incuriosita. A breve affronterò “Miserere”.

Raramente leggo libri dello stesso autore in modo consecutivo ma a giugno avevamo su CF la lettura collettiva per autore e a votazione era stato selezionato per giugno Grangé. Sono solo in ritardo di un mese. Per Luglio ci sarà King.

Categorie: Corpi Freddi, Libri | Tag: , , , | Lascia un commento

Letture collettive online via faccialibro

Da quando faccio parte di Anobii il mio modo di leggere si è modificato, non tanto nei gusti, ma quanto nella condivisione di quello che leggo e nello stimolo.

Rimango un’asociale nel modo di scegliere i libri e molto spesso, anzi sempre è la recensione (non la singola ma varie) negativa a farmi scegliere un libro piuttosto che un altro, o comunque l’osanna degli amici non modifica mai il mio giudizio finale. Ho dato 3 stelle a libri osannati dai miei contatti, perché lo sentivo per quanto mi sforzassi a capire la loro passione, ma poi ho smesso di farmi domande: un libro è sempre un’esperienza singola, una comunicazione fuori tempo fra uno scrittore e un lettore. Punto. Il resto sono misere classifiche riempitive nelle pagine della cultura nei quotidiani.

Una cosa che ho modificato ma che mi è sempre piaciuto fare è la lettura collettiva di libri con altra gente e siccome la cosa nella mia città non è stata fattibile (non so, sicuramente non l’ho cercata, ma alla fine degli illustri sconosciuti non mi interessano, i conoscenti o gli amici sì), ho trovato il modo di farlo online.

Prima attraverso anobii e poi attraverso Facebook (finalmente una cosa positiva) e devo dire che mi sono divertita tantissimo, anche se la grande difficoltà è nel tarare i propri tempi di lettura.

Non ricordo quella su anobii, ma su fb è stata tutta colpa della “proprietaria” de La Libreria Pericolante e una sua amica e siamo partite con

http://www.anobii.com/books/Rot__Ruin/9788865301470/0121544d44170b5011/

Poi non ricordo se nel mezzo c’è stato altro di corsa, ma di certo abbiamo iniziato a segnalare le cose come eventi in modo da non intasare le bacheche personali. E abbiamo coinvolto altre persone.

http://www.anobii.com/books/Dolce,_cara_Audrina/9788845401916/01baed37dcded361b7/

http://www.anobii.com/books/Dolce,_cara_Audrina/9788845401916/01baed37dcded361b7/

http://www.anobii.com/books/La_casa_dinferno/0123a96c9fc13d83a1/

http://www.anobii.com/books/La_casa_dinferno/0123a96c9fc13d83a1/

http://www.anobii.com/books/Ventimila_leghe_sotto_i_mari/9788854125100/01ae2db29fb944d000/

http://www.anobii.com/books/Ventimila_leghe_sotto_i_mari/9788854125100/01ae2db29fb944d000/

http://www.anobii.com/books/Santa_Barbara_dei_fulmini/019bd5bb16458ab10d/

http://www.anobii.com/books/Santa_Barbara_dei_fulmini/019bd5bb16458ab10d/

http://www.anobii.com/books/Santa_Barbara_dei_fulmini/019bd5bb16458ab10d/

Tutte queste dall’inizio dell’anno, mentre in contemporanea ognuno di noi leggeva anche altri libri (anche altre letture collettive).

Dal primo di maggio abbiamo iniziato una cosa folle perché abbiamo deciso di leggere un romanzo d’appendice nella maniera in cui è uscito, quindi con la scadenza che abbiamo trovato su wikipedia (non è il sancta sanctorum, ma per le date e nozioni così è utile, i testi a volte latitano…) e siamo partite. Vedrò di fare un resoconto dei capitoli passati e di continuare la lettura qua.

Il libro è “Il nostro comune amico” di Charles Dickens

http://www.anobii.com/books/Il_nostro_comune_amico/01057161b5eb039785/

http://www.anobii.com/books/Santa_Barbara_dei_fulmini/019bd5bb16458ab10d/

Qui c’è la scansione temporale della lettura http://it.m.wikipedia.org/wiki/Il_nostro_comune_amico#section_1

Vediamo cosa salterà fuori.

Nel frattempo vado a finire Grangé, perché mica penserete che io abbia un solo libro in lettura, vero?

Categorie: Corpi Freddi, Libri | Tag: , , , , , , , | 2 commenti

Blog su WordPress.com.