Articoli con tag: Rai 4

“Warehouse 13”

Il passaggio al digitale è una grande fregatura nel senso che se un passerotto starnutisce in Antartico (povero, c’è freddo!) tu non vedi più nulla. ma se va tutto bene l’offerta aumenta. O meglio dovrebbe aumentare; si spera che aumenti.

Rai 4 per esempio è un caso positivo di mamma Rai (come Rai5 devo ammettere, mentre nelle altre ci sono spesso repliche di programmi già trasmessi anni prima nelle prime tre) e ogni tanto ci sforna delle chicche e per chi è appassionato di fantascienza a più livelli può godersi un po’ di belle serie: Battlestar Galactica o il dottor Who per citarne due.

Fra le tante serie di fantascienza, un po’ steampunk e un po’ paranormale, ambientata nei giorni nostri, c’è il bel prodotto “Warehouse 13”.

Per chi è appassionato anche di fumetti italiani saprà che in “Martin Mystere” c’è la fantomatica Altrove dove la magia convive con la tecnologia e gli artefatti vengo immagazzinati perché non influiscano con la loro contemporaneità.

Qui è molto simile: due agenti, ex poliziotti (diciamo che sono stati trasferiti dai rispettivi reparti per seguire questo magazzino) che fanno il lavoro sporco; un capo dal passato misterioso, che sa usare qualsiasi strumento affinché la missione data vada a buon fine; una segretaria serafica e anche lei misteriosa. Più una serie di comprimari più o meno impegnativi sia come aiutanti che come antagonisti.

Ovviamente tutto è incentrato all’avventura, la ricerca, ma anche alle vicende personali dei protagonisti che crescono nel tempo, devono imparare a fidarsi gli uni degli altri, devono affrontare il passato e valutare come comportarsi in futuro.

I personaggi sono ben delineati e rimangono sempre all’interno del loro topos di riferimento (il poliziotto bello e palestrato, un po’ superficiale; la bella poliziotta che però deve sempre essere la più brava della classe; il genio dell’informatica; il pacere e cose così), senza però mai essere noiosi o banali.  La storia d’amore fra Pete e Myka si intuisce da subito, si parteggia, ma poi…beh è sempre il solito casino, se no tutto sarebbe troppo scontato e veloce.

Il punto forte è che qualsiasi nerd può riconoscere più o meno velocemente gli artefatti da ricercare, ottenendo per ogni puntata una serie di omaggi forti e sentiti ad autori letterari, scienziati, miti e leggende, vedendole finalmente “dal vero”.

Purtroppo la programmazione di Rai 4 permette sempre di poter vedere oramai fino alla noia la prima serie, qualche puntata vaga della seconda serie e della terza non ho sentore. Ecco…vorrei discuterne, ma poi viene il sangue amaro. Purtroppo la serie viene trasmessa al pomeriggio e con orari che privilegiano esclusivamente il pubblico giovane (oh giovani nerd pagherete per questa vostra indisponenza!), mentre il pubblico un po’ più adulto deve ricorrere allo streaming o a registrarli o a farsi trovare a casa…

Categorie: Telefilm | Tag: , | Lascia un commento

Blog su WordPress.com.